Progetti pediatrici

ACCENDI UN SORRISO

 

Non è facile accettare l’idea che anche i bambini possano soffrire di dolore, ma questa è l’amara realtà. Ancora oggi in Italia, ogni anno migliaia di piccoli pazienti muoiono senza assistenza di cure palliative e anche il trattamento del dolore è ben lungi dall’essere corrispondente a quanto richiesto per legge.

Abbiamo, quindi, promosso l’iniziativa Accendi un sorriso con l’obiettivo di verificare, in due momenti temporali distinti, come il dolore venisse monitorato e trattato nei reparti di pediatria, se l’impiego di algometri pediatrici potesse essere un utile strumento per facilitare questa attività e se la Legge 38 avesse realmente apportato un cambiamento nella pratica clinica in ambito dolore pediatrico.

Sessantadue pediatrie, distribuite su tutto il territorio nazionale, hanno deciso di aderire a questo progetto, cogliendo l’opportunità di verificare come si erano adeguate alla Legge e se fossero necessarie misure correttive per migliorare la cura e l’assistenza prestate ai loro piccoli e fragili pazienti.

 

Scarica il libro dedicato al progetto.
 
Scarica i risultati dell’indagine.
 
Scarica la rassegna stampa del progetto (aggiornata al 31 agosto 2012).

  

CHILDREN PAIN_TING

La Legge 38 del 15 marzo 2010, per la prima volta al mondo, ha riconosciuto e regolamentato le cure palliative pediatriche a fronte di migliaia di bambini che ogni anno muoiono in Italia senza un adeguato trattamento antalgico.

Recenti indagini scientifiche hanno evidenziato che, sebbene negli ultimi anni si sia sviluppata una maggiore attenzione e un più ampio interesse nei confronti del dolore in età pediatrica, il bambino riceve meno cure per il dolore rispetto all’adulto e come molte delle procedure dolorose eseguite in ospedale (dalla rachicentesi al prelievo arterioso, dalla incisione di ascessi alla riduzione delle fratture) vengano eseguite senza un adeguato trattamento antalgico. Una particolare criticità viene riscontrata nel trattamento del dolore postoperatorio per il quale solo nel 30-40% dei casi viene impostato un adeguato trattamento antalgico.  Perché anche i bambini soffrono, anche se probabilmente non sono in grado di esternare il loro dolore come gli adulti.

È per questo motivo che l’Associazione sta promuovendo una campagna di sensibilizzazione nei confronti dell’opinione pubblica, dei clinici e dei familiari stessi su questo tema. È importante che la società nella quale viviamo prenda coscienza di questa realtà e si adoperi fattivamente per modificarla. Si è pensato, tramite il primo progetto Children paint_ting, di far esprimere, utilizzando il linguaggio universale dell’immagine, quello che i piccoli pazienti provano: quali sentimenti, quali emozioni, quali sensazioni, quali angosce il dolore provoca in loro?

La malattia del bambino, e quindi anche il dolore, altera l’equilibrio di tutta la famiglia: accettare questa realtà e affrontarla è una necessità per tutto il nucleo familiare.

 

Scarica il libro con le opere dei bambini.

   

PROGETTI PEDIATRICI
Le iniziative dedicate alla cura del dolore nei bambini
SE DESIDERI CONTRIBUIRE AI NOSTRI PROGETTI, SCRIVICI A INFO@VIVERESENZADOLORE.IT OPPURE CONTATTACI QUI

Lascia un commento