Ritorna “Cento Città contro il Dolore”, un gesto d’amore e scienza

Appuntamento sabato 1 ottobre, in 135 città italiane ed europee, la Giornata “Cento Città contro il Dolore”, dedicata alla sensibilizzazione e all’informazione sul tema del dolore cronico e sulle molteplici terapie per contrastarlo. In occasione di quest’edizione, Fondazione ISAL ha ricevuto la Medaglia del Presidente della Repubblica per l’iniziativa.

Torna “Cento Città contro il Dolore”, la Giornata che Fondazione ISAL organizza dal 2009 con il patrocinio delle maggiori istituzioni nazionali ed internazionali, per sensibilizzare società civile e istituzioni alla patologia del dolore cronico e alle terapie disponibili, e per dare voce ai bisogni di tutti coloro che quotidianamente lottano contro la sofferenza. Durante questa edizione, che si svolgerà sabato 1 ottobre, in 135 città italiane ed estere, Fondazione ISAL lancerà un appello per ribadire che una vita senza dolore è un diritto e il suo riconoscimento è un esempio di qualità per ogni servizio sanitario. Medici, volontari e 35 associazioni italiane ed europee, saranno a disposizione dei cittadini nelle piazze e nelle strutture sanitarie per:

  • Svolgere consulenze medico‐specialistiche gratuite
  • Raccogliere fondi per sostenere la ricerca scientifica
  • Sensibilizzare e informare la popolazione sulla prevenzione e sulla cura del dolore cronico, sulle opzioni terapeutiche e sulle strutture disponibili per la cura del dolore
  • Sostenere l’applicazione su scala nazionale della legge 38/10, legge che garantisce il diritto di accesso ai centri specializzati per la cura del dolore
  • Far riconoscere il dolore cronico come malattia da prevenire e curare

Oltre alle piazze, Cento Città contro il Dolore coinvolgerà alcuni centri commerciali e le strutture sanitarie nazionali ed estere (dagli ospedali alle farmacie) all’interno delle quali, durante tutta la settimana che precede la Giornata, viene svolta una campagna informativa con eventi, convegni, incontri aperti con l’utenza, open-day e visite gratuite presso gli ambulatori di terapia del dolore. Dal 2009 a oggi, il numero delle realtà che partecipano a Cento Città contro il Dolore è enormemente cresciuto creando, nei fatti, una rete di solidarietà e di alleanza. Tutte le donazioni fatte durante la Giornata sono destinate a finanziare i progetti di ricerca promossi dalla Fondazione. Per garantire maggiore trasparenza, Fondazione ISAL pubblica annualmente rendicontazione della Giornata sul proprio sito.

“Cento Città contro il Dolore” è un evento organizzato con il patrocinio di Senato della Repubblica, Camera dei Deputati, Presidenza del Consiglio dei Ministri, Ministero della Salute, Ministero degli Esteri, Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, Agenas, ANCI, Conferenza delle Regioni e delle Province, Autonome, Regione Emilia Romagna, Federsanità, FIMMG (Federazione di Medici di Famiglia), PAE (Pain Alliance Europe), MEP Interest Group on Brain, Mind and Pain e EFIC (European Federation of IASP Chapters), con il contributo incondizionato di St. Jude Medical, Grünenthal e Marifarma s.r.l. e con il sostegno di Carta BCC, Groupama, Alaska Sas, Di Nino Trasporti, Fratelli Terzini, Fedam e BCC di Pratola Peligna.

L’elenco delle città italiane ed estere aderenti all’iniziativa è disponibile nella sezione Blog del sito www.fondazioneisal.it

Lascia un commento